Lingua
  Italiano

DOCENTE MANIPURA


Scuola di Naturopatia Manipura

Tipo Badge:
Functional Recollection Badge
Descrizione:
Ottiene questo badge il Docente che soddisfi tutti i criteri stabiliti dalla Direzione della Scuola di Naturopatia Manipura
Obiettivi:
Fornire una preparazione scientifica e rigorosa sul funzionamento del corpo e della psiche e sulle varie manifestazioni dell’essere umano, per raggiungere la completa formazione al benessere innanzitutto della persona, e in secondo luogo del futuro Naturopata.

Sapere

Istruzione e formazione:

Qualifica professionale riguardante la materia di insegnamento

Formazione continua nel proprio settore di insegnamento


Saper fare

Esperienze professionali:
Professionista  con esperienza pluriennale nel proprio settore di insegnamento

Saper essere



Competenze trasversali:
  • Capacità di lavorare in gruppo
  • Capacità comunicativa (scritta e orale)
  • Flessibilità e adattamento
  • Capacità di lavorare in autonomia
  • Capacità di risolvere i problemi

Competenze

Le qualità che ci aspettiamo dai nostri docenti:

1- La passione e l’entusiasmo
La presentazione di un seminario ai partecipanti che sappia suscitare il loro entusiasmo e la loro adesione spontanea e condivisa e la capacità di creare una relazione di fiducia ed empatia con l’aula facendoli sentire a proprio agio. La comunicazione insegna che l’efficacia è data da ciò che percepisce l’altro e non da ciò che si è comunicato.      
Proprio per questo la passione e l’entusiasmo diventano il combustibile necessario per un processo formativo, senza il quale diventa impossibile fare formazione efficace.
La passione oltre a rendersi visibile, attraverso le emozioni e il linguaggio del corpo, oltre a consentire di tirare fuori il meglio, è anche fortemente contagiosa e quindi coinvolge tutti i partecipanti, motivandoli a seguire e a cambiare. Ecco perché pensiamo sia una dei fattori più importanti per un docente. Chi partecipa a un corso di formazione vuole, prima di tutto, essere guidato da qualcuno che abbia una reale passione per ciò che sta spiegando. Se trasmetteremo passione, riusciremo ad interessare davvero le persone che ci stanno ascoltando perché l'entusiasmo è contagioso e il lavoro di un docente è quello di diffondere questo entusiasmo. Essere entusiasti ci aiuterà ad apparire fiduciosi e renderà questa fiducia contagiosa anche tra i partecipanti che saranno sicuri di imparare qualcosa di davvero importante per la loro crescita personale e professionale. Chi partecipa a un corso di formazione vuole essere certo di imparare in un ambiente sicuro e rilassato e un formatore può contribuire a creare questo tipo di ambiente trasmettendo fiducia.

2- La capacità di presentare l’argomento
Molte Scuole oggi fanno formazione in Naturopatia ma quanti ci credono veramente? Quanti veramente sono cresciuti nell’essere?
Alcuni la considerano infatti una necessità economica da sviluppare, invece che un modo per far crescere l’allievo come essere e come Naturopata.
Dobbiamo capire che alcune persone dopo anni si rimettono in gioco. I ricordi di matrice scolastica infatti tendono a confondere formazione con scuola e necessità di crescita con inadeguatezza rispetto a ciò che si è. Molto spesso si ha paura a rimettersi in gioco e non sono chiari gli obiettivi e i contenuti di ciò che si vuole ottenere da una scuola di naturopatia, né si crede realmente alla possibilità che la formazione possa far crescere realmente le persone, anche a seguito di esperienze passate negative. 
Per questo una delle difficoltà più grandi del docente in una scuola di naturopatia è quella di riuscire a presentare la propria materia e la sua  esperienza nella giusta maniera. Molti infatti concepiscono la formazione troppo spesso come una perdita di tempo, come ridondante, come inutile e spesso è percepita come astratta, lontana dalla realtà di tutti i giorni, come un esercizio di puro stile senza conseguenze sulla realtà pratica. Qui la dinamicità e il ritmo di un intervento che non deve mai far calare l’attenzione, la dialettica e la capacità di rispondere in modo efficace alle domande e alle obiezioni dei partecipanti senza mai porsi in una situazione di conflitto e la capacità di improvvisare di fronte ad imprevisti che possono sempre capitare in un gruppo, rappresenterà la carta vincente..

3- L’analisi delle esigenze e la creatività, nel saper trovare soluzioni efficaci per la realizzazione del seminario.         
L’individuo apprende dall’esperienza e non solo ascoltando ma anche guardando e sperimentando, lo si comprende molto bene osservando i bambini; ecco perché la scelta del metodo con cui trasmettere i messaggi diventa un altro fattore cruciale per un docente di successo oggi.
Non esiste un metodo migliore rispetto ad un altro ma è la combinazione dei metodi in funzione della materia da affrontare e dalle persone che partecipano che fa la differenza. Questa fase di progettazione è quindi alquanto delicata e complessa e si può realizzare solo dopo aver bene analizzato le esigenze della Scuola di seguito riportate. L’importante non sono gli strumenti ma l’obiettivo che è quello di ottenere l’apprendimento e la condivisione dei partecipanti alla scuola di Naturopatia.

4- La creazione di una relazione di fiducia e il coinvolgimento dei partecipanti
Quante volte la formazione viene vista come noiosa, ridondante e distante dalla realtà dei partecipanti?     
Il segreto per attivare interventi dinamici, efficaci e in grado di generare entusiasmo e partecipazione non sta solo nella passione e nella scelta della metodologia ma anche nella capacità di creare un legame di fiducia con l’aula, come abbiamo già analizzato. 
Per apprendere e lasciarsi andare gli allievi devono avere la possibilità di far cadere le loro resistenze e difese e rimettersi in gioco, ecco perché è importante che si sentano a proprio agio, in un ambiente protetto e vedano nel docente un aiuto concreto e una figura di riferimento.         
Per questo riuscire a generare coinvolgimento, con esercizi e giochi, riuscire a far divertire i partecipanti, far vivere le esperienze formative come momenti informali vivi e di confronto attivo e sviluppare una relazione di fiducia positiva e di stima reciproca è uno degli elementi più importanti che cerchiamo nei nostri docenti.

 5- La capacità di far applicare le cose, cambiando realmente le persone e consentendo una misurazione della formazione.      
Ed eccoci arrivati all’ultimo punto, uno dei più difficili ed importanti. Riuscire a passare dalla formazione alla pratica, aiutando i partecipanti ad applicare concretamente le competenze e le idee trasmesse nella formazione.
Il partecipante si trova solo dopo il percorso formativo o tra un modulo e l’altro, e il docente finito il seminario spesso ritiene esaurito il suo compito. Questa è la parte più difficile perché c’è una grande differenza che permane tra capire,  condividere le cose, e saperle mettere in pratica. Secondo noi non deve essere così, il compito del docente può ritenersi esaurito solo quando il partecipante è riuscito realmente ad applicare la competenza, crescendo e cambiando. 
Per  questo progetto ci sono tanti strumenti che la nostra scuola adotterà: oltre alle verifiche programmate dei percorsi formativi, oltre il contatto a distanza on line tra docente e partecipante, c’è la necessità di organizzare dei momenti di valutazione della crescita e della formazione, ci saranno confronti personali con gli allievi destinati ad attivare in loro quella forza dell’amore che è necessaria e indispensabile, quando si vuole intraprendere un percorso basato sull’essere ma ancor di più quando si vuole svolgere una professione come quella del Naturopata rivolta al benessere degli altri.         



Criteri di valutazione:

Professionista qualificato

Motivazione a trasmettere con passione ed entusiasmo la materia insegnata

Formazione continua nel proprio settore